Madonna della Rocca

vedutarocca

Di notevole interesse storico riveste la Chiesa di Santa Maria in Arce (Madonna della Rocca) ultimo resto del castello dove nacque Papa Alessandro IV; le sue pareti sono parzialmente affrescate con dipinti del XII secolo. Esigui sono i resti del Castello fatto edificare dall'abate Giovanni V.
Del Castello è rimasta solo la chiesetta, che faceva parte inte­grante dell'antica struttura; antica è anche l'immagine in terra cotta della Madonna con il Bambino sulle ginocchia che troneggia sul­l'altare.
Per essa la popolazione di Jenne ha avuto da sempre una devo­zione particolare e per il luogo un rispetto sacro, come di attacca­mento alle origini.
La chiesetta, che di fatto era l'antica cappella del Castello, è stata ampliata negli anni trenta del secolo scorso.
Un pio sacerdote, don Stanislao Fratticci, per la sua bonomia da tutti chiamato zi' Prete quasi ad essere zio di tutti, facendo leva sulle offerte e sulle prestazioni gratuite della popolazione, l'ampliò ag­giungendovi una nuova ala.
La cappella, resa così più spaziosa e capiente, accoglie più comodamente cittadini residenti e non residenti nella festa della Na­tività della Madonna, che si celebra l'8 settembre di ogni anno.
La Chiesa della Madonna della Rocca conserva affreschi del XIV secolo.

snc000041

Ingresso ovest

dscn0954

Interno altare principale

dscn0960

dscn0965

Ingresso sud della Chiesa

 fotografiacorretta

Madonna col bambino in terracotta del' 500 prima del restauro

 roccamadonna  laprimacomunione081

dopo il restauro

dscn0961

dscn0958

dscn0959

santafrancescaromana

Santa Francesca Romana oblata regolare di san Benedetto.
Affresco adside altare principale lato destro della chiesa Madonna della Rocca.
Parzialmente conservato. 

fotografia7

Affresco all'aperto lato est. Resti della vecchia chiesa di sant'Andrea fatta costruire dall'Abate Giovanni V attigua all'attuale chiesa della Rocca; era costituita da un'unica navata con cinque altari di cui quattro laterali e uno principale  dedicato al culto di  sant'Innocenzo martire.
Visibile oggi solo l'affresco con la Vergine, san Rocco e san Sebastiano, due santi protettori della peste.

ftmggjenne

7534 160015483380 100125038380 2681588 3182512 n2